ago 10 2012

Lavoro nel settore editoriale: come fare per entrare in questo mondo?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Se si cerca un lavoro nel settore editoriale, bisogna prima di tutto capire quali sono le figure che ci circondano.
Adesso molti lavori implicano l’utilizzo dei social network e di gestire i siti web delle riviste/libri/giornali come web publisher. Altre figure lavorative di cui si ha bisogno nel settore editoriale sono gli account, ossia persone che fanno da tramite fra redazione e lettori, i traduttori, i copywriter, i manager, a volte gli art director, e infine, ovviamente, giornalisti e redattori. Ce ne sono ancora altri, ma i principali lavori che vengono richiesti sono questi.

Finché c’è passione, tutto si può, ma spesso non basta avere solo quella per poter fare ciò che si vuole.  Adesso è facile comprendere che c’è bisogno di una preparazione, universitaria o master che sia, per poter accedere in maniera agevolata  in questo nuovo mondo del lavoro nel settore editoriale. Molte università umanistiche, infatti, hanno aperto nuovi corsi di laurea appositi per chi ha già deciso cosa vuole fare in futuro.
Con l’aggiunta del master poi diventerà più semplice entrare nel mondo dell’editoria, dato che si approfondiranno molti

argomenti affrontati all’università in maniera superficiale. Vi ricordiamo che alcuni master danno la possibilità di iscrizione anche a persone non laureate, ma già inserite nel mondo del lavoro o iscritte a qualche albo.
Dopo il master verrà proposto uno stage formativo, che a volte diventa un lavoro effettivo, e si comincia già a mandare i propri curriculum alle case editrici o alle testate giornalistiche interessate.

E chi invece non ha pensato di iscriversi a una laurea specifica per entrare nell’editoria? Rimane senza preparazione? Nessun problema! Molti studenti di scienze della comunicazione riescono ad entrare nel settore editoriale grazie alla loro propensione di saper destreggiarsi nel mondo del web e si propongono come copy o web publisher, e molti studenti laureati il lingue spesso si propongono come traduttori per le case editrici. Inoltre molti studenti di economia si propongono spesso di entrare come contabili, manager e figure affini al loro corso di studi. Magari il percorso per potersi


inserire sarà più arduo, ma non impossibile.
Insomma è possibile trovare un lavoro nel settore editoriale, sia per chi ha una laurea specifica sia per chi non la possiede.

 

Una risposta a “Lavoro nel settore editoriale: come fare per entrare in questo mondo?”

  1. Il valore della laurea è ancora importante? ha scritto:

    [...] in lettere non deve per forza diventare un insegnante, ma può sempre lavorare nel campo dell’editoria. E un laureato in giurisprudenza non deve diventare per forza avvocato, ma può anche diventare un [...]

Lascia una risposta